Un seme come simbolo di positività e rinascita. È il messaggio che Cocciuto vuole lanciare in occasione della Giornata Mondiale dell’Ambiente: sabato 5 giugno gli ospiti dei tre locali di via Bergognone, corso Lodi e via Melzo – dove finalmente saranno aperte, oltre ai dehors, anche le sale interne – riceveranno in regalo una cartolina che, una volta piantata, si trasformerà in un’esplosione di profumati fiori di campo.

L’iniziativa ha lo scopo di sensibilizzare il pubblico sull’importanza di preservare il pianeta in cui viviamo, per “guarirlo” dall’azione dell’uomo: il tema scelto per la Giornata Mondiale dell’Ambiente 2021 è, infatti, il “Ripristino degli ecosistemi”, con l’obiettivo di prevenire, fermare e invertire i danni inflitti alla Terra.

Michela Reginato e Paolo Piacentini, fondatori di Cocciuto, sono da sempre impegnati su più fronti per offrire una ristorazione di qualità e responsabile.

Dalla scelta di utilizzare esclusivamente energia green con origine certificata da fonti rinnovabili, alla selezione di materie prime locali, fino alle iniziative speciali come la partnership con Uber Eats e Carlsberg, che ha visto le pizze di Cocciuto servite in cartoni realizzati con gli scarti di produzione della birra.

“In questo momento molto delicato, in cui sembra che tutto stia tornando alla normalità, abbiamo scelto di regalare dei semi, emblema dell’origine, perché è soltanto partendo dalle origini che possiamo rinascere – spiegano Michela e Paolo -.

Un gesto simbolico che speriamo possa donare un sorriso e dare la forza per ripartire col piede giusto. Ripartire, ci auguriamo, nel rispetto della nostra casa, la Terra, amandola e nutrendola come lei nutre noi”.

La cartolina che sarà omaggiata agli ospiti di Cocciuto il prossimo 5 giugno è realizzata a mano in carta riciclata.

Basterà strapparla in piccoli pezzi, bagnarla, piantarla in un vaso o in giardino, ricoprirla di terriccio e innaffiarla, come se si trattasse di normali semi. Dopo appena una settimana inizieranno a germogliare petunie, crisantemi, iberis e molte altre specie variopinte: una piccola “aiuola” fiorita per portare un tocco di verde nelle case cittadine.

Cocciuto nasce da un’idea di Michela Reginato e Paolo Piacentini con l’intento di portare innovazione nel concept della ristorazione moderna.

Un’attenta selezione delle migliori materie prime, protagoniste di una carta che insieme alle pizze annovera anche piatti dal twist internazionale, unitamente al mood ricercato ed elegante dei locali e alla professionalità del servizio, ne fanno un’insegna unica nel suo genere.

Il nome stesso e il payoff “La qualità in testa” stanno proprio a incarnare l’ostinazione nel raggiungere il massimo sotto tutti i punti di vista, con un occhio attento anche alla sostenibilità.

Con tre location in tre posizioni strategiche della città di Milano, ovvero via Bergognone (zona Tortona), Corso Lodi (Porta Romana) e via Melzo (Porta Venezia), Cocciuto è un diventato un punto di riferimento per gli amanti della pizza e della qualità.

a cura della redazione

Written by giovanni47

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *