Con una realtà che spesso è sembrata inventata per quanto surreale, con una società mediatica immersa nelle fake news, un festival come il Piemonte Documenteur Film Fest sembra essere una provocazione o quasi un riflesso di quello che stiamo vivendo.

La rassegna, nata nel 2009 da un’idea di Carlotta Givo, è il primo festival europeo incentrato sul genere del “falso documentario”. E’ un progetto dell’associazione culturale Cinelabio, in collaborazione con RECTV Produzioni e in partnership con il Cinema Ambrosio di Torino, Shortsfit Distribution, Instagramers Langhe e Roero, Mondadori BookStore Cuneo.

Il festival è stato realizzato grazie al contributo dei 5 comuni ospitanti, Fondazione CRC, RECTV Produzioni srl e Banco Azzoaglio.

Una delle novità di questa edizione è la media partnership con Radio Fake! nuovo progetto realizzato grazie alla campagna crowdfunding andata a buon fine su Eppela, co-finanziata da Fondazione Sviluppo e Crescita CRT, e che verrà lanciata proprio nella serata finale del festival.

Stesso entusiasmo, stessa location: la magia delle Langhe, ovviamente con tutte le precauzioni del caso (distanza di sicurezza, mascherine, misurazione della febbre, messa a disposizione di igienizzanti e mascherine, una decisione presa anche grazie alla collaborazione con la Croce Rossa, la Protezione Civile e la Proloco di Monforte d’Alba.

I comuni da quattro diventano diventano cinque: Monforte d’Alba, Murazzano, Novello, Priero, Serravalle Langhe.

 

Le Troupe invece selezionate tra le molte richieste ricevute da tutta Italia sono:

GORILLA GANG (Edoardo Nepote, Luca Marinuzzi, Luca Ceccopieri) –> Comune di Monforte D’Alba

CREWMIRI (Bruno Ugioli, Domenico Bruzzone, Mauro Mola) –> Comune di Murazzano

BESTIE CATODICHE (Luca del piano, Simone Benso, Marco Rossini) –> Comune di Novello

ASTERISCO* (Paolo Bonfadini, Irene Cotroneo, Davide Morando) –> Comune di Serravalle Langhe

ITNEIT (Aurora Sappia, Sandro Bozzolo, Tessel Van Zijl) –> Comune di Priero

 

Cinque equipe, selezionate tra i team iscritti al Festival che dovranno realizzare un falso documentario con la partecipazione e la complicità degli abitanti del paese a cui saranno abbinati e dei turisti. Protagonisti: il territorio e le sue persone.

Una settimana quella del PDFF all’insegna del cinema e non solo: oltre alle giornate di riprese per gli aspiranti cineasti, dal weekend ci saranno diverse attività organizzate dal Festival e l’opportunità di visitare paesi veri e propri fiori all’occhiello del Piemonte.

La proiezione finale dei falsi documentari, il 5 settembre, quest’anno vedrà delle piccole restrizioni: in programma all’auditorium di Monforte d’Alba, ci saranno disponibili 250 posti.

Per le prenotazioni bisogna contattare il Monforte Tourist Office al numero 0173 253013.

La giuria di quest’anno è composta da esponenti del cinema a più livelli: troviamo l’aspetto della valorizzazione del territorio cuneese nella partecipazione di Remo Schellino e di quello piemontese con Sergio Troiano. Un occhio di riguardo per la distribuzione nazionale è poi rappresentato da Lucila Riggio (Shortfits Distribution) e quello internazionale dal direttore del festival di cinema sudamericano Bafici.

I premi quest’anno vedono l’aggiungersi di due riconoscimenti: il premio Nebbiolo, dedicato al giovane cantautore omonimo scomparso di recente e autore della colonna sonora del mockumentary vincitore dell’edizione 2019 e il premio recitazione al miglior attore.

Premio della Giuria –> 3000 euro al miglior falso documentario

Premio Distribuzione –> Un contratto di distribuzione gratuito, della durata di un anno, offerto da Shorts Fit Distribution

Premio del Pubblico –> Un weekend di proiezioni al Cinema Ambrosio di Torino. Vincitore decretato dal pubblico durante la serata finale di proiezione, tramite applausometro.

Premio “Nebbiolo” –> Alla miglior colonna sonora (in onore al cantautore “Nebbiolo” che è mancato lo scorso. Autore della colonna sonora del corto vincitore dell’edizione 2019 ambientato a Monforte)

Premio recitazione –> Al miglior attore

I partners sono Cinema Ambrosio, Instagramers Langhe e Roero, Mondadori Bookstore Cuneo, Comitato Genitori Monforte d’Alba, Croce Rossa Monforte d’Alba, Proloco dei comuni di Monforte d’alba, Murazzano, Novello, Priero Serravalle Langhe.

a cura della redazione

Written by giovanni47

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *