Dopo il primato segnato nel primo trimestre del 2021, l’azienda veneta – specializzata nella produzione di dispositivi per laserterapia e magnetoterapia per i settori della riabilitazione fisica umana e veterinaria – raggiunge un nuovo traguardo d’eccellenza.

I primi 6 mesi dell’anno in corso si chiudono infatti con un fatturato superiore del 15% rispetto al paritetico periodo degli anni record 2018 e 2019.

Un risultato di valore a cui hanno contribuito la trasformazione Lean dei processi produttivi, i costanti investimenti in ricerca e innovazione e l’assiduo supporto ai partner locali.

 

“I dati relativi al primo semestre, in termini sia di fatturato che di numero di dispositivi prodotti, ci rendono orgogliosi e fanno ben sperare per la seconda parte dell’anno, che puntiamo a chiudere con un risultato migliore rispetto al 2018 e 2019, annate record per la nostra azienda”. Commenta così Roberto Marchesini – General Manager ASA – i numeri aziendali relativi ai primi sei mesi del 2021.

 

Dopo aver registrato un Q1 record, per il secondo trimestre ASA supera quota 6 milioni. Viene confermato il significativo trend di crescita del 2021, sia in termini di fatturato (+16,2% vs 2018 e +14,8% vs 2019), sia per numero di apparecchiature prodotte (+20,8% vs 2018 e +14,4% vs 2019).

Ad accelerare la ripartenza, superato l’annus horribilis 2020, sono state in particolare le vendite delle terapie per il settore umano (Laserterapia MLS® ed Hilterapia® in primis) verso Paesi da tempo fidelizzati come Stati Uniti, Italia e Corea del Sud e verso Paesi in crescita come Slovacchia e Repubblica Ceca sostenuti dalle innumerevoli azioni nell’ambito della riabilitazione fisica post-COVID.

Anche il settore veterinario ha fatto registrare una valida performance, complici le continue attività da remoto a supporto dei singoli partner commerciali.

Nella prima parte del 2021, Laserterapia MLS® e Magnetoterapia Qs Vet, funzionali a trattare patologie degli animali da compagnia, degli equini e delle specie esotiche, sono diventate infatti strumenti di uso quotidiano per i veterinari di tutto il mondo, in misura particolarmente consistente per gli specialisti americani ed europei.

 

Un ruolo non secondario nel permettere ad ASA di inanellare queste performance lo ha rivestito il processo di trasformazione aziendale in ottica Lean. Iniziato nel 2018, il progetto “ASA Lean” ha portato ad implementare un sistema “One Piece Flow” nelle fasi di assemblaggio e collaudo dei dispositivi medicali, che ha determinato una progressiva minimizzazione degli sprechi con ricadute positive sull’intera economia dell’impresa.

 

“Votarsi a questa modalità di produzione, tesa ad abbattere gli sprechi sino ad annullarli – prosegue Roberto Marchesini – implica una progressiva revisione della propria cultura lavorativa a partire da paradigmi spesso consolidati: un processo sicuramente non semplice, ma determinante, per presentarsi con efficacia sui mercati di tutto il mondo”.

 

Partendo da questa consapevolezza, ASA ha così deciso di implementare ulteriormente il proprio processo di Lean Transformation, iniziando un percorso di “Lean Office” che vede ad oggi coinvolti i dipartimenti Quality ed Engineering.

Anche questa ulteriore scelta ha portato l’azienda ad essere al centro di una lezione della sedicesima edizione del Master in Lean Management – organizzato da CUOA Business School – durante la quale i partecipanti, partendo dall’esperienza nel gemba reale di ASA, hanno potuto non solo comprendere concretamente concetti come Visual Stream Mapping, 7 Muda, 5 Why, Kanban, Once Piece Flow e Milk Run, ma anche verificarne la loro quotidiana applicazione. Dal confronto collettivo sono inoltre sorti interessanti spunti di riflessione su tematiche chiave come processi, persone, tecniche e strategia.

 

Forte dei risultati acquisiti e con nuove progettualità, ASA approccia dunque l’ultimo quadrimestre del 2021 con la consueta propositività che contraddistingue l’azienda vicentina, proseguendo su un percorso tracciato sin dalle sue origini, in cui un ruolo di primo piano lo rivestono Ricerca e Innovazione, imprescindibili voci del proprio sviluppo su scala mondiale.

a cura della redazione

Written by giovanni47

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *