Birra Moretti ha presentato ieri sera presso il simpatico locale Pane & Trita, in via Muratori 27 a  milano, una ricerca BVA Doxa, sui “locali del cuore”, quelli dove condividere una buona birra con le persone che ci fanno stare bene.

Dalla ricerca emerge che le attività fuori casa sono quelle che sono mancate di più agli italiani nell’ultimo anno e mezzo durante il periodo pandemico. Birra Moretti evidenzia nello specifico  come per 6 italiani su 10 la sensazione di benessere collegata al “sentirsi a casa” non sia legata alla propria abitazione o a un luogo specifico ma soprattutto a situazioni e a momenti di convivialità proprie del “fuori casa”.

In particolare, oltre 5 milioni di italiani (12%) si sentono a casa e stanno bene con sé stessi quando si trovano nel proprio “locale del cuore”: che sia un bar, un ristorante, un bistrot, una pizzeria o un pub dove si sentono a proprio agio come tra le mura domestiche e possono condividere le proprie emozioni con le persone a cui vogliono bene.
Paola Romagnoli, Head of CMI e Marketing Manager Birra Moretti e Nicolò Lupo, External Communication Manager Heineken Italia

Attraverso questa indagine, Birra Moretti, la birra della buona compagnia, ha acceso i riflettori anche su quali sono gli elementi imprescindibili che deve possedere un locale – secondo i nostri connazionali – per farci sentire a nostro agio e davvero “a casa”.

Al primo posto, per 1 italiano su 2 (52%) c’è l’ambiente che deve essere curato e accogliente e trasmettere calore e attenzione per i dettagli. A seguire, in questa speciale classifica, troviamo in ordine: il tipo di cibo (43%), il servizio curato ma senza troppa formalità (40%) e l’acustica per poter conversare senza dover urlare (39%). Per 3 italiani su 10 (27%) a fare la differenza nel proprio locale del cuore è il tipo di musica di sottofondo, seguita dall’arredamento (24%) e dalle luci soffuse (21%).
Paola Romagnoli, Head of CMI e Marketing Manager Birra Moretti

L’indagine Doxa mette anche in luce che per gli italiani è la birra (42%) la bevanda della buona compagnia, anche più del vino (37%). Tra i posti preferiti dove condividerla con le persone che si amano 1 italiano su 2 indica la pizzeria, a ribadire un binomio intramontabile. A seguire troviamo la birreria (29%), casa propria o di amici (29%), il locale frequentato con gli amici (26%), il ristorante (23%) o un bar qualsiasi (19%).

Lo studio accende i riflettori sul tema della convivialità, da sempre uno dei valori di Birra Moretti che, nel 2021, si evolve nel nuovo posizionamento “In buona compagnia, così come siamo”, pensato per celebrare i momenti di condivisione tra le persone e allo stesso tempo l’importanza di essere sé stessi, valori che rappresentano l’essenza dello “stare bene” per gli italiani. Una “buona compagnia” sempre più vera e trasparente: niente rende bello e speciale lo stare insieme come essere esattamente così come si è, con le nostre imperfezioni, diversità e peculiarità.

Ad accompagnare la ritrovata socialità degli italiani nei bar e nei ristoranti c’è anche la nuova Birra Moretti Filtrata a Freddo, novità del 2021 che sta riscuotendo grande successo da parte degli italiani.

Si tratta di una lager dal moderato tasso alcolico (4,3%) che rompe completamente gli schemi con il passato su tutti i fronti, nel prodotto ma anche nel design, nell’etichetta che avvolge la bottiglia a 360°, nel formato. Grazie ad un innovativo processo di filtrazione a freddo, la birra viene portata fino ad una temperatura di -1°C. Il risultato è una birra facile da bere, dal bilanciato grado di amarezza, freschissima.

Sono seguite degustazioni della Filtrata a Freddo accompagnati da panini  caldi ma soprattutto freddi  di “Trita” .

a cura della redazione

Written by giovanni47

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *