Da una lunga tradizione in ambito vitivinicolo del Relais San Maurizio – che sin dalla sua nascita ha voluto fare della valorizzazione del territorio la propria cifra stilistica, a partire dalla collaborazione con il ristorante Guido da Costigliole, storica istituzione nel panorama del vino italiano – nasce San Maurizio Wine Club, un luogo phygital dove il vino è il vero e indiscusso protagonista con un’accurata selezione di etichette di produttori locali dal Piemonte e dal resto d’Italia, selezionati personalmente per essere coinvolti nel progetto in qualità di ospiti.

A questi si aggiunge la ricchissima collezione di etichette italiane e internazionali custodite nella cantina del Relais San Maurizio: annate storiche di grandi nomi del vino, etichette speciali, produttori di nicchia e rarità a testimonianza di un profondo legame non solo con il territorio, ma anche con il meglio che il mondo del vino può offrire.

San Maurizio Wine Club è un progetto unico nel panorama italiano. Quella del wine club è una cultura che ha iniziato a diffondersi in California negli anni ’70 per creare un legame tra produttori e clienti. Un modo di mantenere viva la relazione diretta con chi viaggiava in California alla ricerca di novità (come non ricordare il film del 2004 Sideways con Paul Giamatti ambientato nella Santa Ynez Valley) anche dopo il tour, inviando direttamente a casa le bottiglie scoperte durante la vacanza.

Il progetto del Relais San Maurizio raccoglie e rielabora gli spunti di scoperta, viaggio, accoglienza e appartenenza, e unisce la propria conoscenza nel settore wine, rappresentata dalla sua cantina che raccoglie etichette tra le più pregiate al mondo, con la volontà di lanciare nuovi produttori proponendo le loro offerte all’interno del Club.

Un modo per avvicinare ancora di più gli appassionati del buon bere al mondo del vino, dai grandi classici alle annate più pregiate fino a realtà ancora poco note. La ricerca continua di eccellenza, anche in anni in cui l’ospitalità e la vicinanza con i propri clienti sono state particolarmente difficili, è stata la sfida che ha portato il San Maurizio a ripensare uno dei rapporti più importanti della propria offerta di ospitalità di sala: quello con il vino.

 

A guidare San Maurizio Wine Club sono Giuditta e Arianna Gallo, la nuova generazione alla Direzione della struttura: “Siamo entusiaste di presentare ufficialmente la nascita del San Maurizio Wine Club, un’idea concepita durante i mesi di lockdown e che punta a offrire il meglio della produzione vinicola piemontese, e non solo, a un pubblico di appassionati di vino di tutto il mondo.

Forti di una ventennale esperienza, abbiamo voluto riunire i migliori produttori per estendere la conoscenza dei nostri vini oltre i confini nazionali: per questo il Club, che ha un suo forte radicamento nel Relais San Maurizio, è concepito anche come luogo digitale per dare a chiunque sia appassionato di vino la possibilità di scoprire le migliori etichette senza vincoli geografici”, afferma Giuditta Gallo. Prosegue Arianna: “D’altra parte, durante i mesi di restrizione dello scorso anno, l’e-commerce si è rivelato di grande aiuto per il comparto enologico e anche i clienti si sono scoperti più attenti e informati, sono aumentate discussioni e richieste di consigli. È anche il risultato della disintermediazione, dato che il cliente adesso può entrare più facilmente in contatto diretto con il produttore.

Noi ci presentiamo in veste di garanti delle nostre proposte che premiano produttori locali e non per consentire al consumatore di attingere a un’offerta sempre più di qualità.”

La filosofia che detta le scelte del Wine Club è all’insegna del bon vivre, di un equilibrio tra estetica e sostanza dove la qualità dell’offerta va di pari passo con la bellezza dei luoghi dove sorge il Relais San Maurizio: le Langhe. È frutto di una spiccata sensibilità nei confronti del territorio e dei suoi prodotti ed è con questo spirito che Giuditta e Arianna Gallo si sono lanciate nella nuova avventura, con l’ambizione di creare una vera community di appassionati intorno a un certo modo di intendere il vino, slegato dalle mode ma in sintonia con i luoghi in cui nasce.

 

San Maurizio Wine Club mette a disposizione la propria conoscenza e esperienza su una piattaforma online dove i soci possono contare su un servizio di wine concierge, a disposizione per consigli e suggerimenti su etichette e annate, una sezione SHOP – un e-commerce con oltre 200 etichette selezionate – e una sezione CLUB, con la possibilità di abbonarsi a una delle due formule annuali (Enthusiast e Connoisseur) che prevedono la spedizione di vino direttamente a casa, benefit esclusivi “a distanza” e in struttura. Tra questi: incontri virtuali e fisici con i produttori ospiti del progetto,meeting online di approfondimento, visite nelle aziende e la possibilità di essere invitati agli eventi esclusivi del Club. E ancora, diventano disponibili ed acquistabili sulla piattaforma alcune tra le etichette e annate più prestigiose della celebre cantina del Relais San Maurizio, così come una selezione di etichette dei produttori ospiti e l’accesso a esclusive occasioni En-Primeur. Tutte le bottiglie sono tracciabili, conservate nella cantina “storica” presso il Relais (una sorta di caveau che custodisce veri tesori) o nei magazzini dei produttori per garantire alle bottiglie la giusta “tranquillità” in vista delle spedizioni. Per andare oltre i confini del vino, il Club entra a far parte anche del San Maurizio con una serie di sconti e omaggi dedicati in struttura, un modo per vivere l’ospitalità a tutto tondo unendo esperienze diverse e esclusive.

 

Il Club diventa così parte integrante dell’offerta San Maurizio, un luogo che ha saputo unire la bellezza del paesaggio su cui sorge a opere d’arte e di architettura, l’esperienza nell’ospitalità di lusso a un’infinita passione per quello che il territorio è in grado di offrire. Tra una partita di scacchi e un sigaro nella sala dedicata, una lettura negli immensi giardini e un momento di riflessione nella Cappella storica che ospita l’installazione dell’artista inglese amante delle Langhe David Tremlett, si ritrova anche il tempo per scoprire ed assaporare un bicchiere di buon vino in tutta la sua affascinante complessità.

 

“San Maurizio Wine Club è un progetto sperimentale che vuole mettere in campo il meglio dell’esperienza sviluppata fin ora, interpretando a proprio modo le sfide dell’ospitalità del futuro” – concludono Giuditta e Arianna Gallo.

In dettaglio

SAN MAURIZIO WINE CLUB

 

CLUB

Membership Enthusiast

1900 € / anno

un viaggio tra cantine storiche, varietà autoctone e produttori artigianali

– 24 vini (2 spedizioni da 12) in tutto il mondo

– acquisti esclusivi e spedizioni gratuite sullo “shop”

– incontri virtuali e visite in azienda con i produttori

– sconti in struttura per pernottamento, bistrot e spa

Membership Connoisseur

3600 € / anno

vini da collezione, italiani e non, etichette speciali, edizioni limitate, annate d’eccellenza.

– 24 vini (2 spedizioni da 12) in tutto il mondo

– acquisti esclusivi e spedizioni gratuite sullo “shop”

– incontri virtuali e visite in azienda con i produttori

– omaggi e sconti in struttura per pernottamento, bistrot e spa

 

SHOP

Oltre 200 etichette di vini in libero acquisto ai visitatori del sito, o riservate ai membri del Club

– Selezione dei vini dei produttori ospiti (circa 30 produttori dal Piemonte e da tutta Italia)

– Selezione delle etichette della cantina Guido da Costigliole (vini italiani e non, annate correnti e storiche)

 

BLOG

Selezione di notizie sui produttori e sui trend, per tenersi sempre aggiornati sul mondo del vino, a libera consultazione o riservati al Club.

a cura della redazione

Written by giovanni47

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *