Nel gennaio del 2007 Eataly iniziava la sua avventura aprendo le porte del primo punto vendita, quello nell’ex opificio Carpano al Lingotto di Torino. Un luogo inedito dedicato alla valorizzazione e al racconto del meglio delle tradizioni enogastronomiche italiane.

Da 15 anni Eataly si occupa di raccontare incredibili storie i cui protagonisti sono i produttori, i luoghi, le tradizioni e i prodotti italiani: in una parola la nostra biodiversità.

Dal 20 al 30 gennaio, Eataly Milano Smeraldo offrirà ai propri clienti numerose opportunità per conoscere ancora meglio i prodotti iconici della nostra tradizione. I produttori saranno presenti nei
negozi e offriranno degustazioni, racconto del prodotto e occasioni di didattica; mentre autorevoli chef, rappresentanti di tradizioni e nuove tendenze, interpreteranno le migliori materie prime di
Eataly in cucina.

Dieci giorni speciali durante i quali un’attenzione particolare verrà riservata alle famiglie e ai bambini: fino ai 6 anni tutti ospiti di Eataly con menu dedicati, e menù speciali per i più grandi. In
programma per domenica 30 gennaio il gran finale con la possibilità di accompagnare pranzo e cena con il Tiramisù Eataly che verrà proposto in offerta libera (a partire da 2 euro). Tutto il
ricavato verrà devoluto al progetto “Orti in Africa” della Fondazione Slow Food per la Biodiversità Onlus.

Per festeggiare i primi 15 anni, Eataly Milano Smeraldo presenta un palinsesto ricco di appuntamenti. Per tutta la settimana, il Mercato sarà animato da degustazioni dei migliori prodotti enogastronomici italiani, presentati direttamente dai produttori. E ancora, il Bar Lavazza al piano terra dello store ospiterà speciali aperitivi con dj set e cocktail firmati da grandi brand
come Campari, Gin Malfy ed Engine, comodamente seduti al tavolo.

Imperdibili le cene e le iniziative speciali che animeranno i ristoranti in un fitto calendario: Giovedì 20 gennaio: cena d’autore firmata da Riccardo Forapani del ristorante Cavallino di
Maranello.

Protagonista sarà un menu curato dallo chef, storico allievo di Massimo Bottura, che presenterà cinque portate all’insegna della territorialità e del gusto, abbinate a vini selezionati.
Venerdì 21 gennaio: CenaConcerto con il “Claudia Cantisani Quintet”, una serata dedicata allo swing d’autore sulle orme dei grandi maestri americani.
Sabato 22 gennaio: Bollicine Night, un’occasione unica per stappare le migliori bollicine italiane e internazionali, appositamente selezionate dai sommelier dell’Enoteca di Eataly e accompagnate da tapas create dagli chef.
Domenica 23 gennaio: cena d’autore firmata dai fratelli Cerea del ristorante Da Vittorio a Brusaporto, tre stelle Michelin.
Martedì 25 gennaio: cena d’autore firmata da Pino Cuttaia, due stelle Michelin a Licata.
Mercoledì 26 gennaio: La cena Eataliana, un percorso degustazione dei piatti iconici di Eataly con abbinamento vini, il dj set di Marvino e la musica live dei Mary and The Quants. La serata sarà una celebrazione del nostro Paese con i piatti e i sapori che più caratterizzano la ricca cultura enogastronomica, oltre ai brani e le sonorità italiane degli anni ’50, ’60, ’70 e dei nostri giorni che
ci hanno fatto ballare da Trieste in giù.
Giovedì 27 gennaio: serata A tutta pizza firmata da Fulvio Marino, responsabile delle panetterie di Eataly, e Francesco Pompilio, maestro pizzaiolo di Eataly, che proporranno pizze speciali con i migliori prodotti del Mercato.
Venerdì 28 gennaio: CenaConcerto con Five Cats play the Fifties, cinque musicisti alle prese con le radici del jazz moderno degli anni ’50.
Tutti gli appuntamenti si svolgeranno nel rispetto delle norme anti-Covid vigenti. Eventuali
modifiche del programma o cancellazioni verranno comunicate e gestite prontamente.

Per maggiori informazioni sugli eventi e per prenotazioni, è possibile visitare la pagina: https://www.eataly.net/it_it/negozi/milano-smeraldo/news/cene-appuntamenti-compleanno- milano

Il modello Eataly

Attraverso il meglio della nostra cultura enogastronomica, declinato in mercato, ristorazione e didattica, Eataly offre la possibilità di fare autentiche esperienze entrando nel vivo della cultura
italiana e valorizzando un approccio più consapevole con il cibo. Promuove attenzione ai metodi e alle tecniche produttive, sostiene le filiere che includono piccoli produttori, sviluppa un approccio
sensibile al benessere animale e una cultura di rispetto per l’agricoltura e per l’ambiente. Il format, partito da Torino, in questi 15 anni ha raggiunto 16 paesi del mondo adattandosi alle più diverse
culture per poter raccontare le meraviglie del Made in Italy, in Italia come all’estero. Ha creato così un vero e proprio modello, unico e originale, capace di parlare il linguaggio universale delle
emozioni che il buon cibo è in grado di generare. Ha saputo declinare il proprio messaggio in paesi molto diversi dall’Italia e tra loro, come USA, Giappone, Russia, Turchia, Medio Oriente e capitali europee come Monaco, Stoccolma, Parigi e Londra.
Per consultare il programma completo di eventi, cene, tour gastronomici e iniziative culturali: www.eataly.it

a cura della redazione

Written by giovanni47

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *