Il 13 ottobre alle ore 18:30, l’Istituto dei Ciechi di Milano accoglierà una degustazione guidata organizzata dalla delegazione Lombardia dell’Associazione Nazionale Le Donne del Vino, in collaborazione con ONAV Nazionale.

Elemento centrale della serata sarà la degustazione di sei diverse espressioni di Pinot Nero dell’Oltrepò Pavese. Il momento dell’assaggio sarà guidato da due produttrici socie che a questo vino hanno dedicato la propria vita e che, con grazia, accompagneranno i presenti in un viaggio polisensoriale che coinvolgerà anche l’udito. Ad accompagnare il momento della degustazione ci saranno le note dell’antico organo Balbiani Vegezzi-Bossi, suonate dal Maestro Compositore Francesco Ferrario.

Il 13 ottobre alle ore 18:30, l’Istituto dei Ciechi di Milano accoglierà una degustazione guidata organizzata dalla delegazione Lombardia dell’Associazione Nazionale Le Donne del Vino, in collaborazione con ONAV Nazionale.

Elemento centrale della serata sarà la degustazione di sei diverse espressioni di Pinot Nero dell’Oltrepò Pavese. Il momento dell’assaggio sarà guidato da due produttrici socie che a questo vino hanno dedicato la propria vita e che, con grazia, accompagneranno i presenti in un viaggio polisensoriale che coinvolgerà anche l’udito. Ad accompagnare il momento della degustazione ci saranno le note dell’antico organo Balbiani Vegezzi-Bossi, suonate dal Maestro Compositore Francesco Ferrario.

Importante novità dell’edizione di quest’anno sarà la presenza di un momento di confronto tra i partecipanti, durante il quale porre domande sull’esperienza appena vissuta, esprimere sensazioni, suggestioni e, perché no, anche emozioni in totale libertà. A conclusione della degustazione ci sarà un rinfresco pensato da Le Donne del Vino.

L’edizione corrente, proprio come quella dello scorso anno, è fortemente voluta da Pia Donata Berlucchi, vicepresidentessa dell’ONAV e Donna del Vino, che con impegno e dedizione da sempre si spende in cause sociali come quella portata avanti dall’Istituto dei Ciechi di Milano. La serata ha infatti una finalità benefica, con il ricavato interamente devoluto alla mostra Dialogo nel Buio

Importante novità dell’edizione di quest’anno sarà la presenza di un momento di confronto tra i partecipanti, durante il quale porre domande sull’esperienza appena vissuta, esprimere sensazioni, suggestioni e, perché no, anche emozioni in totale libertà. A conclusione della degustazione ci sarà un rinfresco pensato da Le Donne del Vino.

L’edizione corrente, proprio come quella dello scorso anno, è fortemente voluta da Pia Donata Berlucchi, vicepresidentessa dell’ONAV e Donna del Vino, che con impegno e dedizione da sempre si spende in cause sociali come quella portata avanti dall’Istituto dei Ciechi di Milano. La serata ha infatti una finalità benefica, con il ricavato interamente devoluto alla mostra Dialogo nel Buio.

a cura della redazione

Written by giovanni47

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.