Da Laura Morante a Isabella Ferrari, da Alessio Boni e Marcello Prayer a Violante Placido, da Alessandro Preziosi a Vittoria Puccini, Pino Quartullo e tanti altri artisti del cinema e del teatro hanno accettato di portare in scena adattamenti teatrali di romanzi e libri in forma di monologo o dialogo, dove drammaturgia e musica si fondono in un’unica emozione…

 

All’inizio è stata solo un’intuizione nata dalla profonda passione per il teatro e la lettura. Poi tutto è diventato, scena dopo scena, pagina dopo pagina, una splendida realtà.

 

Elena Marazzita, manager dello spettacolo formatasi lungo le rive dell’Arno e amante della cultura della sostanza più che della forma, è partita da una chiacchierata con l’attore palermitano Luigi Lo Cascio al quale propose l’adattamento teatrale in forma di reading del libro “L’affare Vivaldi” del musicologo e flautista Federico Maria Sardelli.

 

L’idea di partenza, subito accolta da Lo Cascio e in poco tempo trasformatasi in un vero e proprio format di successo, è stata quella di proporre ad alcuni dei principali attori italiani di mettere in scena reading o adattamenti teatrali in forma di monologo o dialogo di romanzi e libri.

Un progetto costantemente work in progress che Elena Marazzita ha iniziato nel 2009 rappresentando e distribuendo in esclusiva in Italia e all’estero l’Orchestra da Camera del Maggio Musicale Fiorentino, e poi proseguito nel 2015 anche con la direzione artistica di Aida Studio Produzioni, società che fin dagli inizi è riuscita a distinguersi per l’ideazione e creazione di reading musicali che traggono ispirazione dal mondo teatrale e letterario.

Mise en espace contemporanee e vibranti dove la musica non è semplice corollario della proposta drammaturgica ma è lei stessa co-protagonista, con un’accurata scelta di musicisti, tutti riconosciuti a livello nazionale, che affiancano di volta in volta gli attori in scena, per spettacoli che non vengono presentati solo all’interno dei cartelloni delle stagioni di prosa, ma sono ospitati anche dai principali festival e rassegne musicali italiani.

 

“Quello che ogni volta cerchiamo di realizzare – spiega Elena Marazzita – sono proposte d’avanguardia, inaspettate prospettive di lettura attraverso le voci più importanti del panorama teatrale, cinematografico e televisivo italiano, proponendo al pubblico non solo emozioni ma anche domande stimolanti e ipotesi critiche”.

 

Un impegno costante portato avanti con intraprendenza e passione, ma che l’ha costretta a confrontarsi con un ambiente – quello del management dello spettacolo – prettamente maschile, riuscendo tuttavia ben presto a imporre la propria voce femminile per capacità, creatività e qualità: una lenta ma inarrestabile evoluzione che, grazie a proposte rigeneranti e stimolanti, ha reso la manager toscana punto di riferimento del settore, capace di far cambiare prospettive e mettendo in luce l’inadeguatezza dei pregiudizi di genere.

 

In questa estate 2021 Elena Marazzita, porta sui palcoscenici di tutta Italia alcuni dei nomi più noti del teatro, del cinema e della televisione italiani come Alessio Boni e Marcello Prayer, Isabella Ferrari, Laura Morante, Violante Placido, Alessandro Preziosi, Vittoria Puccini, Pino Quartullo e molti altri, per spettacoli in maggior numero interamente di sua ideazione, realizzati e prodotti da Aida Studio e che rendono la parola un corpo di scena, raggiungendo con la musica, parte integrante della struttura drammaturgica dei testi, luoghi dell’anima che si trovano oltre le parole stesse.

 

Continua Elena Marazzita: “Credo fortemente in ogni progetto che scegliamo di seguire, l’idea che sta alla base di uno spettacolo teatrale, la scintilla che ne genera la scrittura, la produzione e la distribuzione.

È un lavoro lungo e faticoso, ma capace di ripagare pienamente ogni sforzo che produciamo. Sono convinta che il format dei reading musicali offra al linguaggio scenico ulteriore fascino, anche perché facciamo in modo che la drammaturgia verbale si intrecci in maniera armoniosa con quella musicale. Fino ad oggi attori, teatri e festival ci hanno regalato immense emozioni”

 

a cura della redazione

Written by giovanni47

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *