Il festival, ideato e diretto da Elisabetta Sgarbi, fa tappa a Bormio con quattro appuntamenti tra arte, letteratura, cinema e teatro
La Milanesiana, piazza Del Kuerc – ph. Enrico Pozzi
 Dal 21 al 24 luglio la Milanesiana fa tappa a Bormio con quattro appuntamenti che aggiungono arte e spettacolo al già fitto calendario degli eventi estivi borminiGiovedì 21 alle ore 19.00 c’è il vernissage della mostra “Tricarico Contro Tricarico” di Francesco Tricarico a cura di Elisabetta Sgarbi, mentre alle ore 21.00 Vittorio Sgarbi presenterà il suo spettacolo “Raffaello”. Venerdì 22 alle ore 18.00 sarà inaugurata la scultura luminosa di Marco Lodola “La Rosa della Milanesiana fiorisce a Bormio” e alle 21.00 si ascolterà il concerto “Ferlinghetti” di Paolo Fresu. Sabato 23 alle ore 21.00 Federica Pellegrini sarà in dialogo con Stefano Barigelli e a seguire verrà proiettato il lungometraggio “Underwater” di Sara Ristori. Infine, domenica 24 lo spettacolo “Se Non Ci Pensa Dio Ci Penso Io” di Gene Gnocchi e Marco Posani.
E per chi rimane nei dintorni, da non perdere anche le tappe della Milanesiana che nei giorni seguenti toccheranno anche Livigno. Qui dal 25 al 27 luglio gli appuntamenti saranno con: Alice, Cristina e Clarissa D’Avena, Alan Friedman, Carlo Calenda, Francesco Masiero e Ramin Bahrami.La Milanesiana è il festival ideato e diretto da Elisabetta Sgarbi giunto quest’anno alla sua XXIII edizione. La chermesse itinerante, inaugurata il 4 giugno scorso a Sondrio, comprende oltre 60 appuntamenti in 20 città diverse con più̀ di 150 ospiti e 9 mostre d’arte. Un programma il cui filo conduttore è il tema “Omissioni” intese “come quello che avremmo dovuto e potuto fare e non abbiamo fatto, che avremmo potuto e dovuto dire e non abbiamo detto” – dalle parole della direttrice.
La Milanesiana, Bormio – ph. Enrico Pozzi
Di seguito, nel dettaglio il calendario degli eventi di Bormio:

21 LUGLIO 

Ore 19.00 Banca Popolare Di Sondrio, via Roma 64
Inaugurazione della Mostra “TRICARICO CONTRO TRICARICO” a cura di Elisabetta Sgarbi. 
La poesia a colori di Francesco Tricarico esplode in una collezione di tele raccolte per la prima volta, in un percorso dove lo sguardo poetico e sorprendente del cantautore incontra una pittura d’azione, che è paesaggio fantastico di un mondo d’artista. Intervengono Francesco Tricarico, Elisabetta Sgarbi e Paola Romerio Bonazzi.

Ore 21.00 Piazza Del Kuerc
Saluti istituzionali di Silvia Cavazzi (Sindaco di Bormio)
Prologo musicale di Francesco Tricarico
“Raffaello”, spettacolo di e con Vittorio Sgarbi

22 LUGLIO

Ore 18.00 Giardini Piazza V Alpini
La Rosa Della Milanesiana Fiorisce A Bormio
Inaugurazione della scultura luminosa di Marco Lodola, donata dalla Fondazione Elisabetta Sgarbi al Comune di Bormio. La Rosa dipinta da Franco Battiato è, infatti, il simbolo de La Milanesiana fin dalla prima edizione. L’opera ripropone la tecnica che ha reso iconico nel mondo il lavoro di Lodola e lascerà un segno artistico permanente nella città. Interviene Paola Romerio Bonazzi.

Ore 21.00 Piazza Del Kuerc 
Omissioni
Letture di Michael Cunningham (Premio Pulitzer 1999), Nuccio Ordine e Enrico Rotelli.
Concerto “Ferlinghetti” di Paolo Fresu con Dino Rubino, Marco Bardoscia e Carlo Maver.

23 LUGLIO

Ore 21.00 Piazza Del Kuerc 
Prologo letterario di Edoardo Nesi (Premio Strega 2011) e a seguire di Elena Stancanelli
Dialogo tra Federica Pellegrini e Stefano Barigelli, con Elena Stancanelli e Edoardo Nesi
Proiezione di “Underwater” (2020, 101’) di Sara Ristori con Federica Pellegrini

24 LUGLIO 

Ore 21.00 Piazza Del Kuerc 
Spettacolo “Se Non Ci Pensa Dio Ci Penso Io” di Gene Gnocchi e Marco Posani.
Scritto con Luca Fois, Massimo Bozza e Cristiano Micucci, regia Gene Gnocchi e Marco Posani, con Diego Cassani (chitarra), produzione International Music and Arts

La Milanesiana è il più grande festival itinerante che promuove il dialogo tra le arti e quest’anno torna con la sua 23esima edizione dedicata al tema OMISSIONI. Un festival di respiro internazionale che tesse relazioni tra letteratura, musica, cinema, scienza, arte, filosofia, teatro, diritto, economia e sport e che anno dopo anno diventa sempre più protagonista delle estati italiane. Dal 4 giugno al 3 agosto, La Milanesiana infatti arriverà in 20 città diverse con oltre 60 incontri ed eventi, accogliendo più di 150 ospiti italiani e internazionali.
Come in tutte le edizioni, l’arte ricopre un ruolo importante all’interno del Festival che quest’anno ospiterà ben 9 mostre in tutta Italia, dal 4 giugno al 15 settembre.  La Rosa dipinta da Franco Battiato, che fin dalla prima edizione è il simbolo de La Milanesiana, è stata rielaborata anche quest’anno da Franco Achilli.

La Milanesiana è organizzata da Imarts International Music and Arts e Fondazione Elisabetta Sgarbi, con il Patrocinio del Comune di Milano e della Regione Lombardia.

La Milanesiana, piazza Del Kuerc – ph. Enrico Pozzi
Bormio: sport, cultura e terme
Situata a 1.225 metri di altitudine, Bormio si trova in un ampio anfiteatro naturale al centro delle Alpi. Il bianco delle nevi perenni dei ghiacciai, il verde intenso dei boschi e dei prati, l’azzurro del cielo e la trasparenza delle acque sono i colori che ne contraddistinguono il paesaggio. Un paradiso per gli amanti dello sport, della natura, dell’arte e della cultura. In inverno, Bormio e il suo comprensorio offrono più di 180 chilometri di piste di sci alpino, nordico e snowboard, mentre in estate c’è la possibilità di sciare sul ghiacciaio del Passo dello Stelvio. 
Particolarmente affascinanti sono le escursioni di sci alpinismo e con le racchette da neve nei sentieri del Parco Nazionale dello Stelvio che, durante la stagione estiva, si trasformano in oltre 600 chilometri di tracciati da percorrere con la propria mountain bike, a piedi o a cavallo. Inoltre, per gli appassionati di bici da corsa, è possibile cimentarsi in alcune delle più grandi salite che hanno contribuito a rendere nobile il ciclismo in Italia e nel mondo: il Passo dello Stelvio, il Passo del Gavia e il Mortirolo.
Un campo da golf di nove buche, il palazzo del ghiaccio, la pista di curling, i campi da tennis e numerose altre attività permettono di respirare fino in fondo il piacere della montagna. 
Una passeggiata nello splendido centro storico del paese, con le chiese, i palazzi e i musei permette inoltre di immergersi nell’atmosfera d’altri tempi di quella che per 700 anni è stata una piccola democrazia comunale al centro delle Alpi. 
Senza dimenticare, infine, le calde acque termali dei centri di Bormio Terme, Bagni Nuovi e Bagni Vecchi conosciute fin dai tempi degli antichi Romani.
Infrastrutture e servizi di grande qualità, una storia millenaria tutta da scoprire, eventi di importanza mondiale e, ovviamente, i sapori inconfondibili dell’enogastronomia valtellinese: questa è Bormio, la Magnifica Terra.Ulteriori informazioni su Bormio sono disponibili all’indirizzo www.bormio.eu o, via mail, a info@bormio.eu 

a cura della redazione

Written by giovanni47